Skip to main content

Cassa Dottori Commercialisti (CDC). Finanziamento a fondo perduto per l’acquisto/leasing finanziario di beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale.

Descrizione Bando

Erogazione di contributi assistenziali a supporto dell’attività professionale di Dottore Commercialista per l’acquisto/leasing finanziario di beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale, in forma singola e/o associata (Studi Associati/STP) per complessivi Euro 1.500.000, a favore di Dottori Commercialisti iscritti alla Cassa.

Soggetti beneficiari

I destinatari del contributo sono i Dottori Commercialisti iscritti alla Cassa al 31.12.2023.

Al fine di poter beneficiare dei contributi i Dottori Commercialisti devono far parte di un nucleo familiare i cui componenti abbiano dichiarato nell’anno 2023 (produzione reddito 2022), un reddito imponibile non superiore a:

– Euro 38.050,00 per richiedente unico componente del nucleo familiare;

– Euro 49.400,00 per nucleo familiare con due componenti;

– Euro 57.050,00 per nucleo familiare con tre componenti;

– Euro 62.600,00 per nucleo familiare con quattro componenti;

– Euro 67.300,00 per nucleo familiare con cinque componenti;

– Euro 70.550,00 per nucleo familiare con sei componenti;

– Euro 72.400,00 per nucleo familiare con sette o più componenti.

Nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti uno o più figli portatori di handicap o malattie invalidanti il limite reddituale di cui al comma precedente è pari a:

– Euro 68.350,00 per nucleo familiare minimo (un componente ed il figlio di Dottore Commercialista portatore di handicap), maggiorato del 40% per ogni ulteriore componente e del 60% per ogni ulteriore figlio di Dottore Commercialista portatore di handicap.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammessi al concorso i soggetti che sostengono nell’anno 2023, spese per l’acquisto, anche tramite leasing finanziario, di beni e/o servizi, per lo svolgimento dell’attività professionale. Non saranno oggetto di contributi gli eventuali oneri finanziari sostenuti per l’acquisizione del bene.

Sono considerati beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale:

– hardware;

– licenze/abbonamenti software incluse quelle per la conservazione, gestione e protezione dei dati;

– mobili da ufficio;

– prestazione di servizi per cybersecurity;

– licenze/abbonamenti per l’utilizzo di piattaforme per video conferenze;

– prestazione di servizi per rilascio certificazione di qualità;

– prestazione di servizi, software, licenze finalizzati allo sviluppo di servizi di consulenza, pianificazione, misurazione, rendicontazione di sostenibilità / ESG;

– attrezzature innovative e infrastrutture telematiche, tecnologiche, digitali finalizzate alla realizzazione a titolo esemplificativo di piattaforme, siti web, al miglioramento della connettività di rete, alla digitalizzazione e la dematerializzazione dell’attività, la sicurezza informatica, la fatturazione elettronica, il cloud computing, il business process, compresa la strumentazione accessoria al loro funzionamento e le consulenze specializzate per l’attivazione e l’utilizzo.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è pari a complessivi Euro 1.500.000.

Il contributo spettante è pari al 50% delle spese documentate sostenute nell’anno 2023 (al netto dell’IVA). Il costo complessivo sostenuto e documentato per l’acquisto/leasing finanziario di beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale di cui si richiede il contributo deve essere di importo pari o superiore a Euro 400 (al netto dell’IVA).

Il contributo riconoscibile non può, comunque, eccedere l’importo di Euro 5.000 per singolo richiedente.

Scadenza

15/03/2024

Avv. Gianpaolo Santoro
Direttore Scientifico StudioAgevolazioni

Molti imprenditori e dirigenti d’azienda ma anche chi vuole mettersi in proprio spesso si trova in difficoltà nella ricerca di finanziamenti agevolati. Non sanno dove cercare le opportunità di finanziamento disponibili o come presentare la domanda di finanziamento in modo efficace.

Questa situazione può essere molto frustrante e limitante per coloro che desiderano far crescere la loro attività o avviare un’impresa. Senza l’accesso ai finanziamenti necessari, molte imprese falliscono o non riescono a raggiungere il loro pieno potenziale.

La consulenza gratuita di 20 minuti offre un’opportunità per gli imprenditori, i disoccupati e i dirigenti d’azienda di scoprire di più sui bandi di agevolazione disponibili e di ricevere consigli utili per la presentazione della domanda di finanziamento in modo efficace. Grazie a questa consulenza, i destinatari possono aumentare le loro possibilità di ottenere il finanziamento di cui hanno bisogno per far crescere la loro attività o avviare la loro impresa.

PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA SCEGLIENDO GIORNO ED ORA PREFERITI

PNRR M5C1. INVESTIMENTO 1.3. Finanziamento a fondo perduto per la certificazione della Parità di Genere delle MPMI.

Descrizione Bando

Il bando regola l’accesso ai contributi previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) per agevolare il processo di certificazione della parità di genere delle micro, piccole e medie imprese, a valere sulle previsioni della Missione 5 “Coesione e Inclusione”, Componente 1 “Politiche attive del lavoro e sostegno all’occupazione”, Investimento 1.3 “Sistema di certificazione della parità di genere”, a titolarità del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri, finanziato dall’Unione europea – Next Generation EU

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi Micro, Piccole o Medie imprese che abbiano in pianta organica almeno un dipendente e abbiano sede legale e operativa in Italia.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i soli servizi per il rilascio della prima certificazione da parte degli OdC iscritti all’“Elenco degli Organismi di Certificazione”, relativamente alle seguenti voci:
– esame della domanda;
– verifica documentale;
– verifica in sede e osservazione diretta dell’attività dell’organizzazione certificata;
– rilascio del certificato

Per ogni giornata di audit dell’OdC, il Soggetto Attuatore eroga un contributo fino ad un massimo di 1.200,00 euro al netto dell’IVA.
L’importo massimo per i servizi agevolati , per singola impresa, è comunque di 10.245,00 euro al netto di IVA, determinato sulla base dei tempi di audit previsti dal documento internazionale IAF MD 05.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria del bando è pari a euro 4.000.000,00, così ripartiti:

a) 1.250.000,00 di euro destinati ai contributi per i servizi di assistenza tecnica e di accompagnamento alla certificazione della parità di genere, sotto forma di voucher
b) 2.750.000,00 di euro destinati ai contributi per servizi di certificazione della parità di genere 

Tenendo conto della distribuzione territoriale delle PMI sul territorio nazionale (Elaborazione Centro Studi Tagliacarne su dati Infocamere di agosto 2022), la dotazione finanziaria sopra indicata è ripartita come segue:

  • Regioni del Nord Italia -> Euro 575.000 per assistenza tecnica e di accompagnamento, euro 1.265.000 per i servizi di certificazione della parità di genere;
  • Regioni del Centro Italia -> Euro 250.000 per assistenza tecnica e di accompagnamento, euro 935.000 per servizi di certificazione;
  • Regioni del Sud e isole -> Euro 425.000 per assistenza tecnica e di accompagnamento, euro 935.000 per i servizi di certificazione

 

Data attivazione

06/12/2023

Scadenza

Le domande di contributo potranno essere presentate dalle imprese interessate a decorrere dalle ore 10:00 del 06 dicembre 2023 fino alle ore 16:00 del 28 marzo 2024

Avv. Gianpaolo Santoro
Direttore Scientifico StudioAgevolazioni

Molti imprenditori e dirigenti d’azienda ma anche chi vuole mettersi in proprio spesso si trova in difficoltà nella ricerca di finanziamenti agevolati. Non sanno dove cercare le opportunità di finanziamento disponibili o come presentare la domanda di finanziamento in modo efficace.

Questa situazione può essere molto frustrante e limitante per coloro che desiderano far crescere la loro attività o avviare un’impresa. Senza l’accesso ai finanziamenti necessari, molte imprese falliscono o non riescono a raggiungere il loro pieno potenziale.

La consulenza gratuita di 20 minuti offre un’opportunità per gli imprenditori, i disoccupati e i dirigenti d’azienda di scoprire di più sui bandi di agevolazione disponibili e di ricevere consigli utili per la presentazione della domanda di finanziamento in modo efficace. Grazie a questa consulenza, i destinatari possono aumentare le loro possibilità di ottenere il finanziamento di cui hanno bisogno per far crescere la loro attività o avviare la loro impresa.

PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA SCEGLIENDO GIORNO ED ORA PREFERITI