Skip to main content

[addthis tool=”addthis_inline_share_toolbox_3sv9″]

1 Gennaio 2024

Cassa Dottori Commercialisti (CDC). Finanziamento a fondo perduto per l’acquisto/leasing finanziario di beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale.

Descrizione Bando

Erogazione di contributi assistenziali a supporto dell’attività professionale di Dottore Commercialista per l’acquisto/leasing finanziario di beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale, in forma singola e/o associata (Studi Associati/STP) per complessivi Euro 1.500.000, a favore di Dottori Commercialisti iscritti alla Cassa.

Soggetti beneficiari

I destinatari del contributo sono i Dottori Commercialisti iscritti alla Cassa al 31.12.2023.

Al fine di poter beneficiare dei contributi i Dottori Commercialisti devono far parte di un nucleo familiare i cui componenti abbiano dichiarato nell’anno 2023 (produzione reddito 2022), un reddito imponibile non superiore a:

– Euro 38.050,00 per richiedente unico componente del nucleo familiare;

– Euro 49.400,00 per nucleo familiare con due componenti;

– Euro 57.050,00 per nucleo familiare con tre componenti;

– Euro 62.600,00 per nucleo familiare con quattro componenti;

– Euro 67.300,00 per nucleo familiare con cinque componenti;

– Euro 70.550,00 per nucleo familiare con sei componenti;

– Euro 72.400,00 per nucleo familiare con sette o più componenti.

Nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti uno o più figli portatori di handicap o malattie invalidanti il limite reddituale di cui al comma precedente è pari a:

– Euro 68.350,00 per nucleo familiare minimo (un componente ed il figlio di Dottore Commercialista portatore di handicap), maggiorato del 40% per ogni ulteriore componente e del 60% per ogni ulteriore figlio di Dottore Commercialista portatore di handicap.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammessi al concorso i soggetti che sostengono nell’anno 2023, spese per l’acquisto, anche tramite leasing finanziario, di beni e/o servizi, per lo svolgimento dell’attività professionale. Non saranno oggetto di contributi gli eventuali oneri finanziari sostenuti per l’acquisizione del bene.

Sono considerati beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale:

– hardware;

– licenze/abbonamenti software incluse quelle per la conservazione, gestione e protezione dei dati;

– mobili da ufficio;

– prestazione di servizi per cybersecurity;

– licenze/abbonamenti per l’utilizzo di piattaforme per video conferenze;

– prestazione di servizi per rilascio certificazione di qualità;

– prestazione di servizi, software, licenze finalizzati allo sviluppo di servizi di consulenza, pianificazione, misurazione, rendicontazione di sostenibilità / ESG;

– attrezzature innovative e infrastrutture telematiche, tecnologiche, digitali finalizzate alla realizzazione a titolo esemplificativo di piattaforme, siti web, al miglioramento della connettività di rete, alla digitalizzazione e la dematerializzazione dell’attività, la sicurezza informatica, la fatturazione elettronica, il cloud computing, il business process, compresa la strumentazione accessoria al loro funzionamento e le consulenze specializzate per l’attivazione e l’utilizzo.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è pari a complessivi Euro 1.500.000.

Il contributo spettante è pari al 50% delle spese documentate sostenute nell’anno 2023 (al netto dell’IVA). Il costo complessivo sostenuto e documentato per l’acquisto/leasing finanziario di beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale di cui si richiede il contributo deve essere di importo pari o superiore a Euro 400 (al netto dell’IVA).

Il contributo riconoscibile non può, comunque, eccedere l’importo di Euro 5.000 per singolo richiedente.

Scadenza

15/03/2024

Avv. Gianpaolo Santoro
Direttore Scientifico StudioAgevolazioni

Molti imprenditori e dirigenti d’azienda ma anche chi vuole mettersi in proprio spesso si trova in difficoltà nella ricerca di finanziamenti agevolati. Non sanno dove cercare le opportunità di finanziamento disponibili o come presentare la domanda di finanziamento in modo efficace.

Questa situazione può essere molto frustrante e limitante per coloro che desiderano far crescere la loro attività o avviare un’impresa. Senza l’accesso ai finanziamenti necessari, molte imprese falliscono o non riescono a raggiungere il loro pieno potenziale.

La consulenza gratuita di 20 minuti offre un’opportunità per gli imprenditori, i disoccupati e i dirigenti d’azienda di scoprire di più sui bandi di agevolazione disponibili e di ricevere consigli utili per la presentazione della domanda di finanziamento in modo efficace. Grazie a questa consulenza, i destinatari possono aumentare le loro possibilità di ottenere il finanziamento di cui hanno bisogno per far crescere la loro attività o avviare la loro impresa.

PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA SCEGLIENDO GIORNO ED ORA PREFERITI

[addthis tool=”addthis_inline_share_toolbox_3sv9″]


Ultimi Articoli

1 Gennaio 2024

Cassa Dottori Commercialisti (CDC). Finanziamento a fondo perduto per l’acquisto/leasing finanziario di beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale.

1 Gennaio 2024

PNRR M5C1. INVESTIMENTO 1.3. Finanziamento a fondo perduto per la certificazione della Parità di Genere delle MPMI.

Consulenza Online


Se vuoi ricevere una prima consulenza online, gratuita e senza impegno, che consenta di inquadrare le tue necessità e fornirti un elenco di opportunità di soluzione, compresi i bandi disponibili, in un report successivo all’appuntamento, prenota l’incontro indicando il giorno di tua disponibilità.


Video